10 abitudini che dovresti abbandonare.

© Andrea Piacquadio

1.Dimentica quella cosa stupida che hai detto, tipo quattro anni fa, che assolutamente nessuno ricorda tranne te. Continuare a passarci sopra ancora e ancora non la farà sparire.

2. Contare quante calorie aveva quello che hai appena mangiato. L’hai già mangiato ormai, essere arrabbiata per questo non lo renderà meno calorico.

3. Farsi fotografare da ubriaca in modo che le persone sappiano, la mattina dopo guardando i vari social, che ti sei “divertita” la sera prima.

4. Impressionare qualcuno ad un appuntamento dicendo cose su di te che pensi vogliano sentire, invece di ciò di cui vuoi veramente parlare.

5. Sentirti invidiosa perchè qualche tua amica, magari più giovane di te, è già sposata e ha messo su famiglia. Ognuno ha i suoi tempi, non esiste una tabella di marcia da seguire nella vita.

6. Rimpiangere il fatto che tu non possa permetterti il 99% dei vestiti che vedi nelle riviste o nei blog di moda di lusso. Non preoccuparti, quasi nessuno può, e se per ora non puoi, con un po’ di impegno ti potrai togliere in futuro qualche bella soddisfazione.

7. Dare troppo peso a quello che qualcuno ha detto di te alle tue spalle. Se qualcuno vuole essere meschino, lascia che lo sia. Preoccuparsi costantemente di ciò che le persone dicono quando non ci sei, è l’unico modo sicuro per destabilizzarti emotivamente.

8. Rimpiangere i vantaggi che non hai ottenuto nella vita non essendo nata in una famiglia ricca. Essendo nata in una famiglia normale hai la possibilità di diventare più responsabile e anche di poter dire un giorno che ti sei “fatta da sola”.

9. Chiedersi perché quel ragazzo è sparito e non si è più fatto sentire. A volte le persone agiscono in una certa maniera per delle situazione che non hanno nulla a che vedere con te, e anche se fosse per te non devi farne un dramma: hai bisogno di persone che ti apprezzino a tal punto da non pensare nemmeno di correre il rischio di perderti.

10. Giudicare le persone per il loro aspetto fisico. Sappiamo tutti quanto sia terribile essere giudicati o sentirsi come se non fossimo mai abbastanza. Perché dobbiamo procurare sofferenza al prossimo?