10 cose da sapere se il tuo partner ha l’ansia.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Jerome licht

Ho visto un numero elevato di articoli sul vivere con l’ansia e ciò che la gente dovrebbe sapere al riguardo, ma volevo fare luce sulle relazioni d’amore in cui uno dei due partner ha l’ansia. La lotta per avere ansia ed essere innamorati è ampiamente sottovalutata. Ecco alcuni suggerimenti per coloro che amano o si innamorano di qualcuno che ha l’ansia:

1. Se hai intenzione di buttarti in una battaglia, sappi a cosa stai andando incontro. L’ansia è una battaglia nella tua mente. A volte può diventare atroce, specialmente quando entra dalla tua mente e nel tuo corpo come un attacco di panico. L’ansia e gli attacchi di panico migliorano con il tempo, ma è una condizione con cui il tuo partner vive sempre. Amare qualcuno con l’ansia può essere difficile. Devi guardare dentro di te e determinare se questo è qualcosa che sei in grado di affrontare. Non vergognarti se non riesci. Ci sono alcune cose che le persone non possono gestire.

2. A volte non c’è niente che tu possa fare e devi accettarlo. Una volta che inizia un attacco di panico, non c’è niente che puoi fare per fermarlo. Deve seguire il suo corso. Con l’ansia, ci sono modi per fermarlo, ma a volte il tuo partner ha solo una brutta giornata e non riesce a raggiungere la propria tranquillità in tempo. Ti incoraggiano ad essere di supporto, paziente e amorevole durante questi episodi. Spesso, le persone con l’ansia possono riconoscere quando i loro pensieri si stanno oscurando, ma allo stesso tempo, potrebbero non essere in grado di tirarsene fuori prima del punto di non ritorno. Non sentirti frustrato perché non ci puoi aiutare. Ci aiuti di più stando lì.

3. Scopri tutto ciò che puoi sulle condizioni del tuo partner. Non posso sottolineare abbastanza. Avrai difficoltà a comunicare con il tuo partner se non riesci a capire cos’è l’ansia o come ci si sente. Cerca persone che ne parlano, per esempio. Leggi tutto quello che puoi sulla condizione. E anche così, alcune persone finiscono per capire come aiutarsi ad affrontare l’ansia del loro partner. Se fai lo sforzo di capire, il tuo partner lo apprezzerà più di quanto tu creda.

4. La cosa peggiore che puoi fare è vergognarti della nostra ansia. Non c’è sensazione più brutta al mondo di qualcuno che ci dice di “superarla” o “semplicemente rilassarti”. Queste affermazioni mostrano un palese malinteso sulla natura dell’ansia. Credetemi, se fosse stato così semplice, lo avremmo già fatto. Sappiamo che la nostra ansia rende tutti intorno a noi infastiditi o frustrati, ma se potessimo aiutarci, lo faremmo. Diresti a una persona depressa di smettere di essere triste?

5. Sappiamo quanto sia grave l’ansia e non abbiamo bisogno di un promemoria. Questo non vuol dire che non puoi mai esprimere frustrazione o rabbia per l’ansia del tuo partner, ma c’è modo e modo per dirlo e devi farlo con quello più amorevole possibile. Se lo dici in modo negativo, allora hai innescato o aumentato le preoccupazioni sempre presenti. A volte, al momento, le cose scivolano via o non vogliono essere dette. Ma questi sono estremamente dannosi per noi, come essere presi a calci quando sei giù. Se vuoi parlarne, sii il più gentile possibile. E no, l’amore duro non sembra amore per noi.

6. Avere un piano renderà il tuo partner più tranquillo quando sarà fuori in pubblico. Ansia e attacchi di panico non aspettano nessuno. Queste cose possono accadere in pubblico. L’ansia attacca quando vuole e dove vuole. Cosa succede se hai un doppio appuntamento, ad esempio, e il tuo partner ha improvvisamente un attacco d’ansia? Sviluppa piani con il tuo partner su cosa fare quando si verificano queste situazioni, come avere un segnale o una parola chiave per indicare che le cose stanno andando in discesa e un piano di fuga per uscire da lì per ogni evenienza. In questo modo, non dobbiamo avere ansia per la nostra ansia.

7. Non parlare dell’ansia del tuo partner a meno che tu non sia stato autorizzato a farlo. La malattia mentale è ancora molto stigmatizzata nella nostra cultura. Siamo visti come matti, pazzi, o persone che lasciano semplicemente andare la loro mente selvaggia e non si preoccupano di controllarla. Uno dei giudizi più interessanti che mi sono stati trasmessi è che non ho motivo di avere ansia, dal momento che ho un tetto sopra la testa e vestiti da indossare. Non mi manca nulla, cosa c’è di cui preoccuparsi? La malattia mentale non discrimina. L’ultima cosa che voglio è che la tua famiglia e i tuoi amici esprimano un giudizio o modifichino la loro opinione su di me perché hai parlato loro della mia ansia, con l’eccezione quando è altamente visibile, come un attacco di panico.

8. A volte sarai il grilletto. Non prenderlo sul personale. No, la nostra ansia non ti ignorerà magicamente solo perché ti stiamo frequentando. Semmai, avere una relazione aumenta l’ansia. Ci sono domande costanti su come rispondere al tuo messaggio chiedendo cosa stiamo facendo, cosa succede se ti turbiamo, come sarà il nostro futuro e così via. Ma non incolpare te stesso in queste situazioni. Non sentirti in colpa per qualsiasi ansia o attacchi di panico che derivano da te. L’ansia è qualcosa con cui dobbiamo convivere e affrontare, in tutti gli aspetti della nostra vita.

9. La gestione dell’ansia richiede tempo e pratica. La pazienza è molto apprezzata.
Anche se non posso parlare per tutti, frequento regolarmente la terapia dove parlo dei miei momenti ansiosi e imparo sulla terapia cognitivo-comportamentale, un insieme di tecniche utilizzate per gestire i processi di pensiero negativo, il vero fondamento dell’ansia stessa. La terapia è difficile e stimolante, perché devi lottare ripetutamente con la tua ansia per imparare a vincere. Riceviamo molti compiti anche dai nostri consulenti. È difficile far fronte al fallimento perché il perfezionismo è nel nostro sangue. Sostieni il tuo partner sia quando progredisce che regredisce. Tutte le battaglie sono più facili quando puoi affrontarle con un partner.

10. Non dimenticare mai che ti amiamo. A volte l’ansia può evolversi in rabbia o depressione. È un mutaforma; assume molte forme diverse. Ma nel mezzo di un brutto episodio o di un momento difficile, non dimenticare che ti amiamo, ci teniamo a te e ti apprezziamo più di quanto tu sappia. Ti ringraziamo per stare accanto a noi quando siamo in una brutta situazione. I nostri sostenitori ci motivano a continuare a crescere e cambiare quando le cose sembrano impossibili. E avere qualcuno lì che è interessato al tuo benessere e alla tua felicità rende tutto più facile da gestire. Grazie per tutto quello che fai. Ti vogliamo bene.