25 domande da porre a qualsiasi persona piuttosto del solito: “Che cosa fai?”

Oroscopo del giorno

Scarica gratis la nostra app, ogni giorno novità sul tuo segno zodiacale, senza pubblicità invasiva.

© Sophia Sinclair

25 domande da porre a qualsiasi persona piuttosto del solito: “Che cosa fai?” Tu arrivi ad una festa, una riunione di lavoro, un aperitivo, un nuovo corso in palestra, e inevitabilmente qualcuno ti chiederà: “Che cosa fai?” Che cosa fai? Che cosa fai? Che cosa fai?

Ci interessa sapere più la professione piuttosto che il nome; siamo più interessati a sapere quanto guadagna piuttosto che del nome. È facile lasciarsi coinvolgere da tutto, definire un essere vivente in base alla sua carriera, in base a quello che fa. Associare una professione ad una persona e fare di questa ciò che è e fa è più facile che scavare a fondo ad una persona per conoscerla profondamente. È più facile che fare domande, perdere tempo per ascoltare, e perdere il tempo per sedersi e avere una conversazione con un’altro essere vivente.

È una benedizione poter dire di essere appassionata al lavoro che si fa. Avere un lavoro che ti ecciti, che ti piaccia, e che renda l’alzarsi dal letto la mattina un atto di gioia. Questa è una cosa gloriosa. Questo è speciale. È qualcosa che deve essere apprezzato. Ma nonostante tutto ciò, ti devi ricordare che non sei il tuo lavoro. Il tuo lavoro è solamente una parte di te.

Le persone non sono professioni. Le professioni non possono mostrarti la profondità dell’anima di qualcuno, il funzionamento interno del loro cuore, i frammenti di sogni che vivono nella loro testa. Solo perché conosci la professione di qualcuno non significa che tu sappia che tipo di genitori sono, come amano i loro amici, quanto si danno da fare per la propria famiglia, come interagiscono con gli estranei che incontrano per strada.

Le persone sono più dei loro titoli. L’altro giorno stavo ascoltando una trasmissione radio tra Lewis Howes e Maria Shriver quando ad un certo punto dissero qualcosa di così semplice, ma straordinario, invece di chiedere a qualcuno che lavoro facesse, gli chiese cosa lo eccitasse. Gli chiese per cosa era grato nella vita.

Chiedi alle persone cosa li eccita e guarda come i loro occhi si illumineranno e come i loro sogni si riverseranno. Guarda come la tua conversazione poi comincerà. Chiedi alle persone per cosa sono grati e vedrai come inizieranno ad aprire il loro cuore, come i loro palmi si apriranno e come tenderanno le loro braccia per abbracciarti.

Le persone sono più delle loro professioni. Quindi smetti di giudicare la storia di una persona che non conosci davvero e comincia a fare domande che andranno oltre al suo semplice lavoro.

Insicuro di come iniziare una conversazione? Ecco qua 25 inizi di conversazioni che puoi usare piuttosto del solito “Che cosa fai?”

1. Cosa ti eccita?

2. Per cosa sei grato?

3. Che posti vorresti visitare?

4. Chi speri di essere quando avrai 80 anni?

5. Quali sono i libri che stanno permanentemente nella tua libreria?

6. Se dovessi decidere 12 canzoni che descrivano tutta la tua vita fino ad ora, quali sceglieresti?

7. Quale personaggio immaginario più rappresenta la tua personalità?

8. Quale personaggio immaginario è meno simile alla tua personalità?

9. Come festeggi le persone che ami?

10. Qual’è il regalo più bello che tu abbia mai ricevuto?

11. Chi è il maestro più bravo che hai mai avuto?

12. Come dimostrano di volerti bene e tuoi cari?

13. Chi ti motiva?

14. Cosa ti da la speranza?

15. Come affronti le oscurità? Gli ostacoli?

16. Come accendi la tua luce?

17. Quale stagione ti rende più felice?

18. Se tu fossi bloccato in un’isola deserta con solo Netflix e uno schermo (e anche con il wifi) cosa guarderesti e perché?

19. Quale cibo trovi irresistibile?

20. Quali caratteristiche trovi irresistibili?

21. Quale social media usi di più?

22. Quante ore trascorri di fronte ad uno schermo?

23. Se avessi la possibilità di scegliere tra dormire fino a tardi e però dover usare lo shampoo secco o lo svegliarsi presto però potendo fare la doccia, quale sceglieresti?

24. Ti consideri un nottambulo o una persona mattiniera?

25. Cosa stai festeggiando in questo preciso momento della tua vita?