5 cose che non ti piacerà sentire, ma che devi imparare, dopo una rottura.

APP

5-cose-che-non-ti-piacera-sentire-ma-che-devi-imparare-dopo-una-rottura
© Ben Blennerhassett 

Ognuno reagisce alle rotture come meglio crede. C’è chi si lascia andare in mille infiniti pianti, non riuscendo ad uscire dal baratro di disperazione in cui si trova, ma c’è anche chi, dopo pochi minuti dalla rottura, sembra stare benissimo. Non c’è un modo unanime per superare o affrontare la fine di una relazione e nessuno, rispetto a nessun altro, agisce in modo “migliore”.

Tuttavia, ci sono alcune lezioni che avresti già dovuto imparare e che possono aiutarti a vivere tutto con maggiore serenità, eccole:

1- Sii matura

Potresti sentirti veramente molto ferita dalla rottura, e ne hai tutti i diritti. Ma, di contro, cerca anche di dimostrarti matura. Non lasciarti andare a mille insulti e umiliazioni, prenditi il tuo tempo per stare male, ma non fare qualcosa di cui potresti pentirti. Prima o poi interiorizzerai quanto è successo, e in quel momento ti pentirai di aver fatto qualcosa di avventato.

2- Non perdere le speranze

Ok, essere lasciati o comunque rompere una relazione fa schifo, nessuno sostiene il contrario. Ma la cosa che non dovresti assolutamente fare è lasciarti andare, pensare che non avrai mai più nessun’altra possibilità e che quella era l’unica relazione in cui stavi bene. Falso, lo sai che non è così, devi solo convincertene. Su 8 miliardi di persone, quella non era l’unica!

3- Esci e divertiti

Il modo migliore per combattere l’infelicità è cacciarla via. Esci, organizzati con gli amici di sempre o vai anche solo a bere qualcosa da sola. Devi tenerti occupata, così non penserai eccessivamente alla situazione e la supererai più velocemente. Chiuderti in casa ti aiuta sicuramente a mettere in fila i pensieri, trovando risposte a quesiti e paranoie. Eppure, non sempre è la scelta migliore, o almeno non è l’unica cosa che dovresti fare!

4- Hai sicuramente fatto del tuo meglio

Potresti essere lì, distrutta dai sensi di colpa per quanto è successo, ad addossarti completamente le responsabilità, pensando che avresti potuto fare di più. Ma sai che non è così. Hai dato il massimo, e se non è stato sufficiente la colpa non è di nessuno, semplicemente non eravate compatibili o a non aver dato il massimo era l’altra persona. Non rimuginare troppo sulle accuse che ti sono state mosse, era un momento di rabbia, probabilmente non è nulla che quella persona pensi veramente e non devi interiorizzarle.

5- Una piccola vendetta potrebbe farti bene

Ok ok, ho detto poco fa che essere matura è il modo migliore per superare una rottura, tuttavia è altrettanto vero che ogni tanto fare “i superiori” non è sufficientemente appagante. Magarli tagliarti le gomme della macchina, o anche solo sintetizzare in un messaggio tutto quello che pensi, e poi decidere se mandarglielo veramente.