C’è una ragione per cui il destino ti avvicina ad alcune persone e poi le lascia andare.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Oana Craciun
© Oana Craciun

La gente dice sempre che non puoi davvero spiegare perché ti senti in un certo modo con qualcuno. Sento che il destino ci avvicina ad alcune persone perché queste sono le persone di cui abbiamo bisogno nella nostra vita in questo momento. Queste sono le persone che ci insegneranno lezioni importanti sulla vita o su noi stessi. C’è una ragione per cui il destino muove il tuo cuore verso una persona specifica e una ragione per cui ti affezioni a certe persone più di altre. Quando guardo indietro, non c’è una persona a cui mi sia davvero affezionato che non abbia avuto qualcosa di prezioso da insegnarmi o che non abbia avuto un ruolo importante nella mia vita.

A volte il palcoscenico della tua vita determina il tipo di persone che attiri e penso che il destino ti mandi le persone di cui hai bisogno esattamente al momento giusto. Ti dà le risposte che stavi cercando attraverso queste persone. Ti illumina avvicinandoti alle persone che tirano fuori il meglio di te. È solo che a volte proviamo a far restare queste persone per sempre, ma questo non è possibile. Non sono pensati per rimanere nella nostra vita per sempre. Il destino li ha chiamati nella nostra vita in modo che possano renderci migliori per coloro che sono destinati a rimanere per sempre.

Il problema è che siamo frustrati quando queste persone se ne vanno perché non possiamo lasciarli andare. È meglio lasciare le cose come le ha scritte il destino. Forse riscriverle rovinerà la storia. Forse cambiarle non ti darà un lieto fine. Forse queste persone ti stanno  insegnando a lasciare andare quelli di cui non hai bisogno per poi capire di chi hai bisogno. Perché so che il giorno in cui incontreremo la persona che dovrebbe rimanere per sempre, saremo in grado di individuarla da un miglio di distanza, la riconosceremo in una stanza affollata perché finalmente capiremo la differenza tra qualcuno che tocca la nostra mano e qualcuno che tocca la nostra anima.