Ecco come prendere decisioni che cambiano la vita.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Engin Akyurt

In primo luogo, occorre sbarazzarsi dell’idea che ogni decisione possa portare a danni irreparabili. Qualunque cosa accada starai bene. Vale a dire: calmati.

Esistono delle domande da porsi, come ad esempio: “Qual è la cosa peggiore in assoluto che potrebbe accadere?”, “È maggiore il rischio di quello che potrebbe accadere o i benefici che potrebbero arrivare da questa decisione?”. Non sono domande retoriche, anche se sono sicuro che sembrino così a chi cerca solo un consiglio. Ma limitati solo a rispondere alle domande e la scelta giusta diventerà chiara.

Questa strategia ti offre la possibilità di prendere decisioni che veramente vengono da dentro di te, perché quello che stai cercando sono informazioni, non consigli.
La maggior parte delle persone sa solo dare consigli, spesso orribili, i quali ti possono mandare fuori strada. Quindi non chiedere consigli, chiedi solo informazioni, che poi tu deciderai come utilizzare.

È la differenza tra chiedere: “Cosa dovrei fare?” e “Conosci qualcuno che ha avuto questo problema ed è poi riuscito a risolverlo?”. Per me questo fa tutta la differenza.

Pensa a dove vuoi arrivare e prendi le decisioni in base a quello.

Prendi una decisione anche quando non è tutto chiaro. Quando inizierai, le cose diventeranno chiare. Come quando usi i fari dell’auto: illuminano solo pochi metri, ma mentre avanzi riuscirai a vedere i successivi.

Non importa cosa penseranno gli altri, alcuni non capiranno mai completamente le tue aspirazioni. È troppo difficile per loro vedere oltre le proprie esperienze. Preparati a essere fraintesa, sia quando chiedi consiglio sia quando finalmente agisci.

Infine, non sentirti in colpa per aver chiesto aiuto. Non è possibile che le persone di successo che conosci oggi non abbiano fatto affidamento su altre persone di successo che conoscevano per arrivare dove sono. Questo è il ciclo.