Ecco il motivo per cui ogni segno zodiacale ha la cattiva abitudine di pensare al peggio.

Scarica la nostra app

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per iphone che per Android.

© Tobi
© Tobi

Ariete: pensi al peggio perché preferiresti essere piacevolmente sorpreso da qualcosa che va bene piuttosto che colto alla sprovvista da qualcosa che non va.

Toro: pensi al peggio perché sei stato ferito in passato e stai provando a proteggerti dal ripetersi. Stai cercando di proteggere il tuo cuore in modo che non si rompa di nuovo.

Gemelli: pensi al peggio perché vuoi essere preparato per ogni possibile scenario.

Cancro: pensi al peggio perché non sei sicuro. Non hai abbastanza fiducia in te stesso. Supponi di prendere le decisioni sbagliate, dire la cosa sbagliata. Non ti dai abbastanza credito.

Leone: pensi al peggio perché hai paura di entusiasmarti troppo. Hai paura di sognare troppo in grande. Hai paura di alzare troppo le tue aspettative.

Vergine: pensi al peggio perché sei realista. Sai che il mondo è ingiusto. Sai che le cose non vanno sempre per il verso giusto.

Bilancia: pensi al peggio perché sei un pensatore eccessivo. Non sai come chiudere la mente. Non sai come fare una pausa e rilassarti davvero.

Scorpione: pensi al peggio perché hai visto cosa hanno attraversato le altre persone. Sai quanto può essere crudele il mondo. Sai che la vita non è sempre giusta.

Sagittario: pensi al peggio perché ti dà una scusa per rimanere nella tua zona di comfort. Ti dà una scusa per dire: “No, grazie. Non c’è motivo di provare. Non funzionerà comunque”.

Capricorno: pensi al peggio perché pensi al peggio delle persone. Non ti fidi di loro. Non pensi che abbiano buone intenzioni. Non saresti sorpreso se ti ferissero.

Acquario: pensi al peggio perché non vuoi essere deluso. Non vuoi alzare troppo le tue speranze e poi farle crollare.

Pesci: pensi al peggio perché non riesci a immaginare qualcosa di bello che ti sta succedendo. È più facile credere che qualcosa andrà orribilmente storto che credere che andrà bene.