Ho imparato ad essere indipendente, a non temere la solitudine, a contare solo su me stessa.

Ho imparato ad essere indipendente, a non temere la solitudine, a contare solo su me stessa.

Ho permesso a troppe persone di entrare nella mia vita, ma mi hanno causato solo enormi delusioni.
Oggi non rincorro più nessuno, vado ovunque anche da sola. Non mendico più attenzioni.
Ho sempre cercato la compagnia di qualcuno. Ho chiesto di essere accompagnata e ho accompagnato io stessa pur di non restare a casa da sola.

Ho sempre pensato che il restare a casa fosse prerogativa degli anziani e dei malati. Per questo motivo non mi sono mai concessa di rimanervi a riposare tranquillamente nei fine settimana, nei giorni festivi…
Per molto tempo ho pensato che divertirsi significasse andare nei bar, andare a ballare, partecipare alle feste, incontrare la folla.

Desideravo incontrare sempre più persone, visitare luoghi diversi, rincorrendo la quantità. Ignorando la qualità.
Senza rendermene conto, ho finito per accettare amicizie di pura facciata, non autentiche.
Mi sono ritrovata tra persone che nemmeno gradivano la mia compagnia.

Ho chiesto comunque le loro attenzioni. Ho rincorso chi stava meglio senza di me.
Ho frequentato luoghi che non avevano niente a che fare con me, persone che non la pensavano come me, che si riempivano la vita di gente e si svuotavano di sentimenti.
Con il tempo ho preso atto e confessato a me stessa, quell’enorme senso di solitudine che avvertivo comunque.

E allora ho compreso che ciò che ci riempie affettivamente la vita, è solo quello che riempie il nostro cuore con verità e reciprocità.
Tutta quella gente, quelle feste e tutti quei sorrisi di circostanza, avevano contribuito solo a farmi sentire più sola.

Mi sono fermata. Mi ero appoggiata a chiunque per trovare qualcosa che alla fine era dentro di me.
No, non bisogna dipendere dagli altri, non bisogna perdere il proprio tempo e la propria dignità rincorrendo chi non gradisce la nostra presenza.
È umiliante cercare di convincere le persone a restare.

Oggi me ne rendo conto.
Oggi ho imparato a godermi i miei spazi, il silenzio, la mia compagnia.
Sono felice dove sono.
Con qualcuno o nessuno.
Semplicemente così.

Leggo un buon libro, guardo un bel film. Mi godo tutto ciò che sono e che ho.
Quando impariamo a stare bene con noi stessi, acquistiamo forza, coraggio e dignità.