Il trucco psicologico che ti aiuterà a dimenticare le esperienze passate.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Daria Shevtsova

Solo perché un’esperienza è finita non significa che lo sia del tutto. Conserviamo esperienze emotive incompiute ed irrisolte nel nostro corpo. Ci siamo spaventati, non abbiamo mai superato la paura e quindi abbiamo smesso di crescere. Spesso ciò di cui non ci rendiamo conto è che le esperienze più dolorose di solito non sono quelle di cui siamo indifferenti: c’è qualcosa che desideravamo profondamente o che ancora desideriamo. Non siamo stati feriti da una rottura, siamo stati feriti dal desiderio d’amore che non era giusto per noi. Non siamo stati devastati da una perdita, siamo stati devastati perché volevamo, così tanto, che quella persona o cosa rimanesse nella nostra vita.

Siamo mentalmente intrappolati in questi luoghi dove desideriamo ancora un’esperienza. Ciò di cui non ci rendiamo conto è che dobbiamo liberarci per poter andare avanti. Invece di accettare i modi in cui pensiamo che la vita non abbia funzionato, dobbiamo essere in grado di capire ciò che era al centro del nostro desiderio e trovare un modo per regalarci ancora quell’esperienza. Se vuoi veramente lasciare andare un’esperienza passata, devi riviverla attraverso la tua memoria. Chiudi gli occhi e individua la sensazione fastidiosa nel tuo corpo. Seguila e prova a capire da dove è iniziata. Ricorderai un momento, un luogo o un’esperienza.

A volte, la memoria è abbastanza fresca da non aver bisogno di farlo, e puoi semplicemente rivivere quei momenti immaginando che sei tornato da dove tutto ha avuto inizio. Ora ciò che devi fare è immaginare che il tuo io più anziano, guarito e felice, è diventato saggio. Immagina il tuo “io più giovane” mentre ha il cuore spezzato e il tuo “anziano io” spiega il motivo per cui questo dolore porterà il meglio e che sebbene non possa ancora saperlo, c’è un’altra relazione là fuori, molto meglio. Immagina di sederti accanto al tuo “io più giovane” quando si sente veramente giù e dagli dei consigli su ciò che deve fare per sentirsi meglio: chi deve chiamare, dove deve andare, cosa deve iniziare a fare, cosa deve smettere di fare.

Soprattutto, immagina di dire al tuo “io più giovane” che tutto andrà bene. Che le sue paure siano in gran parte infondate, che le cose buone stanno arrivando e che la vita andrà bene. Anche se non puoi davvero cambiare quello che è successo in passato, cambiando la tua prospettiva, puoi cambiare come sei adesso. Puoi cambiare la storia e puoi cambiare la tua vita. Puoi smettere di aggrapparti alla vecchia vita in cui ti veniva richiesto di essere qualcuno che non sei.

La verità è che quando siamo attaccati in modo malsano a qualcosa del passato, la nostra prospettiva è spesso distorta. Non abbiamo visto la realtà per quello che era. Invece di desiderare ciò che non abbiamo avuto, dobbiamo liberarci del passato e iniziare a riporre le nostre energie per poterli avverare. Quando lo facciamo, diventiamo liberi di essere ciò che abbiamo sempre desiderato, di creare ciò che abbiamo sempre desiderato e di avere ciò che abbiamo sempre desiderato.