L’uomo che abbandona la sua famiglia per un’altra donna, finisce col pentirsene

Accade spesso: l’uomo che abbandona la sua famiglia per un’altra donna, finisce col pentirsene.
Una riflessione che potrà fare nascere anche pareri discordanti, ma attuale.
L’Istat ci dice che il numero di separazioni e divorzi è in costante aumento.

Le cause sono sempre personali, è impossibile fare una classificazione e non sempre chi prende la decisione di interrompere la relazione è l’uomo, anzi.
Questo articolo parla della e alla componente maschile, diversa per caratteristiche e mentalità da quella femminile.

Quando un uomo prende la decisione di andarsene dopo aver creduto nell’unione, essersi messo in gioco, aver anch’egli desiderato figli, le motivazioni sono diverse.
Può trattarsi e questo è reciproco, di stanchezza. Fatica a sostenere un rapporto che da tempo è un peso più che una motivazione.

E così pensa di respirare aria nuova ed avere nuovi stimoli incontrando una’altra donna e cominciando una nuova relazione.
Non sono scelte che si fanno a cuor leggero,e quasi sempre il peso dei ricordi e dei rimorsi comincia a oscurare qualsiasi ipotesi di vita nuova.

Un paragone di quanto accade può essere letto come la costruzione di una barca, in questo caso la famiglia.
Dopo anni di paziente lavoro, impegno, anche sacrifici, quando potrebbe essere giunto il momento di godersi a vele spiegate il mare aperto, si sente improvvisamente la fatica e si decide di abbandonare la nave.

Anche la compagna potrebbe vivere con gli stessi pensieri, spesso però prova a pazientare maggiormente, a vedere di recuperare quell’energia che con gli anni sembra essersi dissolta.
L’uomo tende ad essere più impulsivo, salvo pentirsi altrettanto repentinamente della scelta.

Specie se l’incontro con una nuova compagna coincide anche con il raddoppio di impegni e responsabilità, laddove la nuova partner sia anch’essa uscita da una precedente relazione e magari ha con se anche i figli.
Nella coppia atteggiamenti e comportamenti sono spesso differenti, e la complessità delle situazioni viene vissuta diversamente dai partner.

Se è la donna a lasciare la casa difficilmente essa potrà pentirsi nel tempo e con l’intensità con cui avverte la separazione l’uomo.
Proprio perchè le sue scelte, il più delle volte, sono impulsive, dettate dalla stanchezza e dall’illusione che fuori ritrovi quella freschezza che sente di aver ormai perso all’interno del suo rapporto.

Forse un buon consiglio per quegli uomini che si trovano in una situazione del genere, sarebbe quello di esternare il proprio malessere, anche con la moglie o compagna.
Chiedere aiuto, mostrare che si vuole ritrovare all’interno della famiglia quelle motivazioni che paiono offuscate.

Non e andandosene che si ritrova l’incanto e la magia della vita. Soprattutto quando ci sono figli e si è vissuto un periodo importante e bello della propria vita.