Mi dispiace se amarmi non è semplice.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Rodolfo sanches carvalho

Ho avuto a che fare con la depressione e l’ansia per tutto questo tempo: ci sono sicuramente delle volte in cui la gestisco meglio di altre. Faccio fatica a gestire le mie emozioni e a tenerle a bada, ma diventa sempre più difficile. Provo a convincermi che sto meglio da solo, è più sicuro per me e per quelli che mi circondano. Non importa quanto condivido con loro, mi sento come se fossi un peso per coloro che mi circondano. Sono introverso di natura, ma più tempo trascorro da solo, più inizio un circolo vizioso. Ho bisogno di distrarmi dai pensieri che emergono quando sono solo. Penso se ce la farò prima o poi ad uscirne. Non ho mai avuto l’intenzione di essere un peso o di caricare gli altri di questo peso. Non è giusto da parte mia. Una volta trovato l’amore, la mia mente lo distingue. Uscire da una relazione emotivamente e fisicamente offensiva, mette in discussione tutto. Ho sempre paura che finisca, perché per una volta sono sinceramente felice. Resto sveglio a dirmi che non me lo merito e dovrei lasciarlo andare prima che mi si spezzi il cuore. Mi sono così abituato a rifiutare le chiamate e appuntamenti che, qualunque cosa faccia io o l’altra persona, non mi sento abbastanza. Non sono abbastanza. Non voglio vivere la mia vita nella paura di perdere le persone a cui tengo. Non voglio pensare troppo e spezzarmi il cuore per una relazione passata, facendomi allontanare da un vero amore. Alla fine, voglio essere aperto all’amore. Voglio aprirmi senza essere un peso. Odio che mi abbia controllato per così tanto tempo, ma devo anche ricordare che è una malattia e che non sono un fallimento a causa delle mie imperfezioni.