Non aver paura di perdere qualcuno che non si sente fortunato ad averti.

Ecco come perdi le persone senza nemmeno rendertene conto.
La perdi quando non scegli. Quando la fai sentire come un’opzione. La seconda, forse la terza. Addirittura la quarta. La perdi quando la metti in un angolo.

Quando non ti impegni, quando tentenni come se avessi tra le mani una sorta di telecomando che salta da un programma all’altro perché non sai quale guardare.
Ma le persone non sono programmi televisivi e tu non hai nessun telecomando che le possa mettere in pausa mentre decidi.

La perdi giorno dopo giorno quando la lasci sola.
Quando sente che non può contare su di te perché non ci sei mai.
Quando non sente appartenenza, non sente reciprocità, non sente niente di tutto quello che dà un senso ad una relazione.

La perdi quando non dai tutto te stesso.
La perdi quando ti cerca e non ti lasci trovare. Quando inventi scuse patetiche o ridicole per giustificare i tuoi ritardi.
La perdi anche quando torni dopo averla lasciata per la centesima volta.
La perdi quando le fai sentire solo un oggetto di piacere per quando ne hai voglia.
E la perdi quando nonostante tutto, cerca di amare anche la tua ruvidezza, quando ti rifugi nel tuo guscio.

Quando vorrebbe che tu le asciugassi le lacrime di notte, che la stringessi a te, ma tu giri semplicemente dall’altra parte.
La perdi quando ti rifiuti di essere presente, quando non la lasci entrare negli angoli della tua mente.
Perché tutto ciò che vuole è la fusione delle vostre anime, sentire il potere dell’amore quando le vostre mani sono intrecciate.

La perdi quando non provi a capirla.
Quando non ti preoccupi di guardare il mondo dal suo punto di vista, quando la rimproveri per ogni parola che dice, anche quando cerca a tutti i costi di trovare un compromesso.
La allontani sempre di più quando ridi delle sue paure, quando le fai sentire che è pazza per ciò prova e quando ti svincoli completamente dalla discussione.
L’hai delusa trattandola come se fosse inferiore, mentre pensava che la ritenessi tua pari.

Ma ecco come puoi trattenerla …
La trattieni nella tua vita quando l’ascolti. Quando comprendi la sua vulnerabilità e l’abbracci invece di girarti dall’altra parte del letto.
La trattieni quando le parli, quando riconosci che una relazione è una strada a doppio senso. Quando le dai, senza che lei ti chieda.
La trattieni quando la sostieni, quando si sente sicura al suo fianco, quando le dici che affronterete insieme tutti i mali del mondo.

La trattieni quando le dai tutto.
Quando non la lasci sola sulla scogliera della sua emotività, quando le chiedi scusa e sei sincero.
Quando le confessi le tue più grandi paure e le tue più belle speranze.
Quando non metti barriere tra voi e vi asciugate reciprocamente le lacrime.

La trattieni quando lei ti sceglie.
Quando le mostri il tuo amore, la tua devozione, quando la riempi di piccole attenzioni .
Quando i sentimenti non sono solo parole, ma azioni, atteggiamenti.
Quando le dimostri che non è un’opzione, ma la tua priorità.

La trattieni quando è la prima mano che afferri nel buio.
Quando decidi.
Quando le fai capire che la tua casa, è nel suo cuore.