Questo è il peggior modo di lasciarsi, secondo la scienza

Sostieni la nostra pagina. Ci basta un Like!

Tutti conosciamo qualcuno a cui è successo.

Avere il cuore spezzato è un’esperienza che, ahinoi, abbiamo vissuto più o meno tutti (sì, insomma quasi) e non è certo una bella sensazione quella di essere lasciati da qualcuno. Il rifiuto in amore è davvero amaro da mandare giù.

Secondo uno studio dell’Università di Cornell, però, essere lasciati per qualcun altro è il peggior modo di mettere fine alla relazione. Ok, non sembra una scoperta così sorprendete, basta chiedere a chi è stato lasciato proprio perché c’era un altro di mezzo…

Ma i ricercatori hanno voluto fare un esperimento, scoprendo che c’è una differenza importante tra la reazione di chi viene lasciato per motivi diversi e chi sa di essere stato lasciato perché il proprio partner ha un altro amore.

In pratica le reazioni al rifiuto differiscono se c’è una comparazione con un’altra persona oppure no. E di solito, se si deve fare i conti con una terza persona, la sofferenza è maggiore. Secondo i ricercatori questa reazione emotiva avviene perché si vive un maggiore senso di esclusione e un minore senso di appartenenza. Ma anche non sapere se c’è un terzo incomodo produce la stessa sofferenza, mentre va meglio a chi si lascia per altri motivi (per esempio la lontananza), ma non perché lui o lei ha trovato un altro(a).

Beh, magra consolazione aggiungeremmo noi.

Sostieni la nostra pagina. Ci basta un Like!