“Perché teniamo duro per le cose che non fanno per noi?”

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Allef Vinicius
© Allef Vinicius

Mi chiedevo come hai lasciato andare le cose che ti stanno uccidendo, quando sembra che ti ucciderebbero per lasciarti andare. Come decidi tra “se le cose sono fatte per essere, saranno” e “se lo vuoi, devi andare a prenderlo”. Penso che teniamo duro per le cose che non sono pensate per noi perché ad un certo punto, sappiamo che non sono veramente nostre. Siamo sempre alla ricerca dell’amore che sappiamo di non avere. Cerchiamo sempre di dimostrare le cose che non sono del tutto evidenti. Sappiamo che quando smettiamo di pensare, parlare e ripassare i dettagli ancora e ancora, sarà davvero finita. Quando tutto ciò che esiste è un’idea, aggrapparsi è l’unico modo per mantenerlo.

Perché lasciarsi andare ha poco a che fare con il dare a qualcuno il permesso di lasciare la nostra vita, o dichiarare di non amarci più, o di andarsene per sempre, e tutto ciò che ha a che fare con l’accettazione che hanno già. Non so nulla del destino. Ma so che le cose che sono nostre non ci impongono di aggrapparci mentalmente ed emotivamente per rimanere. Che le cose migliori non siano mai forzate, non siano mai create dall’ultimatum, che non ci lascino mai vacillare e interrogarle per mesi o anni. So che non puoi provare quanto ami e quanto stai male. Ma so che non è mai l’amore che ti fa male, è l’idea di cosa dovrebbe essere e per quanto tempo dovrebbe essere.

So che non saremo mai in grado di trovare il vero amore se non impariamo a staccarci da ciò di cui non ci importa. So che non troveremo mai la vera felicità finché non facciamo lo stesso. So che nulla dura, e l’idea che lo fa è un’illusione: alla fine perdiamo tutto, ogni cosa che abbiamo, siamo e possediamo. Quindi il punto non è quello che perdiamo, ma quello che avevamo in primo luogo. Le cose che sono pensate per noi sono le cose che ci costringono a smettere di cercare una luce esterna, ma a iniziano a diventarla. Le cose che sono pensate per noi sono difficili, gioiose, belle e lancinanti. Sono le cose a cui non pensiamo. Le cose che non dobbiamo tenere fermamente per farle accadere.