Queste sono le domande che ti devi fare prima di iniziare a stalkerarlo su Instagram.

© Ava Sol

Odio anche solo il fatto di scrivere questa cosa. Come siamo arrivati qui? Com’è possibile che guardare i social media di qualcuno possa effettivamente causare danni emotivi? Non sembra sciocco? Ma non è sciocco. È vero. E in realtà può causare qualche danno. Può causarti il fatto di immaginarti nella tua testa storie sulla vita di altre persone. Può farti credere cose che non sono realmente vere perché stai fabbricando la realtà con pensieri guidati dall’ansia.

Prima di controllare Instagram, prima di scendere in quella terribile tana del coniglio millenario, poniti un paio di domande:

Cosa stai cercando di ottenere qui?

Intendo davvero, pensaci, cosa speri di ottenere da quell’esperienza? Se pensi che sbirciare nella vita di qualcun altro che non fa più parte di te ti aiuterà a elaborare, beh ti sbagli di grosso. Tutto quello che farai sarà trascorrere delle ore interminabili interrogandoti su cosa stia facendo e con chi sia, e la folle spirale che ti manda avanti non è divertente. Quindi non perdere tempo con queste sciocchezze.

Cosa ti succederà quando vedrai l’unica cosa che non vuoi vedere?

Sai di cosa sto parlando. C’è sempre qualcosa che, quando la vedi, ti ferirà come fosse un coltello. Che si tratti di una didascalia appuntita (e stranamente specifica), di una nuova fidanzata o del fatto che tu sia ancora nella loro lista di amici intimi, in realtà non significa nulla. Vedere cose che ti feriscono ulteriormente o far crescere la tua speranza non sono cose utili a te. L’unica cosa che ti aiuterà è lo spazio, lasciando la sua presenza online a se stesso, e per assicurarti che la tua presenza sui social media riguardi solo ed esclusivamente te.

Che peso stai dando all’esistenza di un’altra persona?

Lo facciamo tutti, lo sappiamo tutti, ma i social media sono un modo attentamente e prudentemente scelto di presentarci. Non è sempre la vera realtà di qualcuno, solo quello che vogliono che la gente pensi. Quindi, se visiti costantemente la pagina di qualcun altro e pensi “questa è la loro vita adesso”, non è sempre così. Hanno lotte e momenti felici e momenti di risate e crisi di rabbia di cui non sei a conoscenza. Potrebbero non pubblicarli, quindi non colmare le lacune con la tua narrativa. Lascia che la sua vita sia quella che è adesso – separata dalla tua.

Sei disposto ad accettare qualsiasi cosa tu possa vedere?

Ecco la verità: nessuno ti obbliga a guardare. Quindi qualunque cosa tu veda, beh dipende da te. Se hai intenzione di controllare il suo profilo Instagram quando sai che potresti vedere qualcosa di sgradevole, pensa alle conseguenze di quell’azione. Perché qualunque cosa pubblicasse, a chiunque piacesse la sua foto, chiunque lo avesse taggato in un commento, tu non ne fai alcuna parte.

Alla fine, è proprio quello che devi dire a te stessa – non possiedi alcuna parte della sua esistenza virtuale o reale, nulla è mai realmente come viene ritratto in ogni caso, e stai meglio senza guardare in primo luogo.

Cancella la cronologia delle ricerche. Smetti di guardare i profili di altre persone che sai che appariranno. Elimina i tuoi social media. Fai tutto il necessario per spezzare l’abitudine.

Crea abitudini di social media più sane. Segui un artista davvero straordinario, uno scrittore o qualcuno che scatti foto incredibili. Guarda i profili che sembrano un sospiro di sollievo visivo invece di un nodo di tensione strettamente legato alla gola. Rimuovi il rumore e la distrazione della presenza online delle persone che non possono più renderti felice.

Poniti queste domande prima di guardare il suo profilo instagram. Chiediti perché hai bisogno di guardarlo prima che tu lo faccia. E se, in qualche modo, ti sembrerà che il guardare il suo profilo ti possa sconvolgere o buttare giù…. Allora semplicemente non farlo

Oroscopo del giorno

Scarica gratis la nostra app, ogni giorno novità sul tuo segno zodiacale, senza pubblicità invasiva.