Ricordati bene: La fine di una relazione non è la fine del mondo. Rialzati e va avanti.

È molto difficile chiudere qualcosa che pensavi sarebbe durato per sempre, ma la cosa peggiore non è perdere un grande amore, è rendersi conto che stai insistendo su qualcosa che non esiste più.
E questo succede spesso.
Neghiamo a lungo che la relazione sia ormai finita e alcuni dei motivi, possono essere questi:

1- DIPENDENZA
Sì, ci siamo abituati a tutto.
Al gusto, agli odori, agli orari, alla routine insieme, alle manie e persino alla maleducazione e al cattivo umore.
Pertanto, anche le persone che non ci rendono infelici, quando se ne vanno, lasciano un vuoto.
Ma col tempo capiamo che si trattava di una dipendenza inutile e malsana.
Guariti, viviamo di nuovo in pace.

2- DECLINAZIONE DI RESPONSABILITÀ
Intravediamo un futuro insieme e improvvisamente ci rendiamo conto che abbiamo scelto la persona sbagliata con cui condividere la vita.
È difficile ammettere che ci siamo innamorati di qualcuno così diverso da quello che pensavamo.
Neghiamo che le cose non torneranno mai come prima, ci scusiamo per la nostra ingenuità e cerchiamo di evitare l’unica alternativa rimasta: cercare chi veramente ci rende felici.

3- PAURA DELLA SOLITUDINE
A volte sembra che il dolore dell’amore sia minore rispetto al vuoto della solitudine.
Per tanti è vitale, a fine giornata, parlare con qualcuno, condividere dolori, risultati e persino combattere di tanto in tanto.
Ma una relazione non può essere guidata dalla mancanza.
Quando lasciamo un porto, arriva un momento in cui ci guardiamo intorno e vediamo solo il mare. Sentiamo il vuoto dell’oceano pesare nel suo petto. Ma quando capiamo che i nuovi venti possono portarci in paradiso, la paura scompare.

4- INSICUREZZA
Alcune persone si appoggiano al proprio partner, gli permettono di assumersi le responsabilità di risolvere e decidere tutto, anche quello che riguarda la propria vita.
La fine della relazione porta alla sensazione di non poter andare per la nostra strada. Ma questa è un’illusione con un pizzico di auto-indulgenza, perché senza dubbio abbiamo l’intelligenza e la determinazione per prenderci cura delle nostre vite.

5- VANITÀ
Spesso l’amore è finito, ma l’ego ferito ci lega a coloro che in realtà, non ci piacciono più. Vogliamo che una persona sia felice solo con noi.
E questo è tutto. Pura vanità di chi non sa perdere.
La maggior parte dei crimini commessi da ex coniugi, deriva da questo e non dal desiderio.
In alcune occasioni trascorriamo anni in una relazione di test di potere, senza renderci conto che stiamo perdendo la possibilità di trovare un vero amore.

6- SOGNI IN COMUNE
È difficile rinunciare a un intero programma di vita basato su una relazione. Sogniamo di avere figli, una casa, trasferirci in una nuova città, comprare una macchina insieme e improvvisamente tutto perde significato, perché l’amore finisce.
E annullare questa immagine di un futuro insieme, è troppo doloroso.
Ma la maggior parte dei sogni, è destinata a finire. Ciò che non finisce e che non deve finire, è la capacità di sognare.

7- SITUAZIONE DI COMODO
È angosciante immaginare l’inizio di una nuova relazione, quando abbiamo vissuto per anni con la stessa persona. Sappiamo già come affrontarla e spesso comunichiamo con un solo sguardo. È già tutto rodato. La routine, la convivenza…
Lasciar crescere un nuovo amore e raggiungere l’intimità lentamente, sembra un compito lungo e faticoso. Ma quando ci innamoriamo di nuovo, tutto diventa una novità e il freddo nella pancia, ci fa sentire più vivi che mai.

Quindi, sii più forte della tua più grande scusa, non perdere la possibilità di essere di nuovo felice, perché la fine di una relazione non è la fine del mondo.
La fine dell’amore lo è.

Perdi molte cose con la separazione, è vero, ma ne vinci molte altre!
Perché quando qualcuno ci lascia, non è la fine di tutto, ma piuttosto la fine della partecipazione di quella persona alla tua vita.

Quindi, finché coltiverai la speranza di un nuovo amore nel tuo cuore, ci sarà sempre la possibilità bella e folle di essere felice!