Sei single? Forse è perché sei una donna intelligente, secondo la scienza.

sei-single-forse-e-perche-sei-una-donna-intelligente-secondo-la-scienza
© Kinga Cichewicz 

Magari più volte in passato ti sei trovata a riflettere su come mai, dopo tanti anni e tante esperienze, non sei ancora riuscita a trovare l’amore vero ed eterno. Magari, forse scherzosamente, potresti aver pensato che sia a causa del fatto che tu sia troppo intelligente.

Ecco, alcuni studi si sono concentrati, negli anni, per trovare una risposta a questo dubbio, e non indovinerai mai (o forse si): avevi ragione!

Come l’uomo reagisce alla donna intelligente.

Uno studio del 2017 ha evidenziato come su 121 uomini (tra i 18 e i 45 anni) la maggior parte consideri una donna con QI di 120 o superiore, problematica. Sembra evidente che la donna intelligente e risoluta, sicura di sé, spaventi l’uomo, specialmente quello più insicuro.

Inoltre, lo conferma anche il giornalista John Carney, che ritiene che l’uomo non preferisca necessariamente le donne meno intelligenti perché “stupide”, ma che davanti ad una donna talentuosa, intelligente ed affermata, la loro sicurezza vacilli. Avvertendo di non poter essere il centro dell’attenzione di una donna intelligente, l’uomo si sente destabilizzato ed insicuro, preferendo donne meno risolute ed impegnate.

Intelligenza emotiva vs intelligenza accademica

Ovviamente, nel dire che un uomo preferisca una donna “stupida” non significa che o sei intelligente e quindi destinata a rimanere single in eterno oppure sei stupida e quindi l’amore piova ai tuoi piedi. È importante distinguere tra intelligenza emotiva ed accademica.

La prima è una competenza affettiva ed emotiva che si sviluppa soprattutto dai contatti con le persone che ci circondano e con gli estranei. Mentre la seconda è frutto di ore di studio accademico, dovuto in larga parte all’interesse alla dedizione nello studio. Ci sono donne che eccellono nella prima, altra nella seconda ed altre ancora in entrambe.

Il dottor Ali Binazir ha passato anni a studiare i comportamenti delle studentesse di Harvard, dimostrando proprio che le donne che si concentrano tanto sullo studio tendono ad ignorare maggiormente le relazioni sociali. Inoltre, le donne più intelligenti in termini accademici tendono a cercare, negli uomini, conferma delle loro competenze e capacità, adorando la meritocrazia e le ricompense per i loro sforzi.

Ed ecco che questo è un ennesimo scoglio per gli uomini, troppo egocentrici per ammettere di avere un QI o una risolutezza minore rispetto alla loro compagna. Nella loro ottica, è l’uomo che si sforza e deve essere ricompensato in base agli sforzi, mentre le donne devono sostenerlo e aiutarlo.

Sei intelligente? La soluzione esiste!

Ovviamente non si può generalizzare e, fortunatamente, esistono anche uomini che non rientrano in questi studi e stime. Cercare l’amore, però, è sicuramente più impegnativo nel caso si scelga di dimostrarsi per quello che si è: intelligenti, capaci, risolute e, soprattutto, indipendenti.

E quindi? Qual è l’alternativa? Ti rimangono tre strade amica:
– Scendere a compromessi,
– Non accontentarti (e, fidati, prima o poi troverai la persona per la quale non dovrai sminuirti),
– Scappare all’estero.