Sentire la mancanza di qualcuno non ti rende una persona debole.

Oroscopo del giorno

Scarica gratis la nostra app, ogni giorno novità sul tuo segno zodiacale, senza pubblicità invasiva.

© George Shervashidze

Non sei debole solo perché ti manca qualcuno.
Sono sicura che tu lo abbia capito ormai, c’è un mondo intero la fuori che ti dirà cosa fare con il tuo dolore.
Alcuni avranno delle buone intenzioni, un amico o un membro di famiglia non vuole niente più che asciugare la tristezza dei tuoi occhi. Le persone che ti amano, che soffrono quando soffri, proveranno a convincere il tuo cuore a guarire miracolosamente. Se solo fosse così facile.
Mentre altri saranno critici e cattivi, degli stranieri anonimi convinti di sapere chi sei. Le persone che guardano la perdita come se fosse unidimensionale, che non riescono a vedere quando è difficile perdere qualcuno.

Non c’è niente di facile quando si parla di dolore. Non c’è un modo in cui tu possa dipingerlo.
E poi, francamente, sono proprio stanca di quello che la società decide di etichettare come debolezza. Sono stanca delle emozioni naturali che vengono etichettate in modo sbagliato per qualcos’altro. Sono stanca di vedere che le persone sentono di non poter perdere qualcuno dopo un certo periodo di tempo.
Non ci sono regole quando si tratta di perdere qualcuno. Non viene calcolato. Non si tratta di quanto tempo ci vuole per la persona che hai perso ad andare avanti.

E a fine giornata, tutto questo non significa niente. Non puoi forzare te stessa a stare in un posto solo perché le persone ti hanno detto che è dove dovresti stare. Non funziona così. Potresti ingannare te stessa per un po’, ma non puoi velocizzare ciò che ti circonda.
Alla fine, tutto tornerà indietro.
Quando hai una persona, la tua persona, che fa una differenza innegabile nella tua vita, e poi la perdi, è devastante. Anche se fosse stato graduale e se tutti sapevano sarebbe successo, non sei comunque mai veramente pronta per la fine. I tuoi sensi vengono offuscati. Il modo in cui guardi le cose diventa alterato, e tutto va in frantumi.

Ma questa non è una debolezza. Sperimentare il dolore perché qualcuno che ami (o amavi) non è più una persona che puoi chiamare alle 2 del mattino quando non riesci a dormire non è debolezza. Piangere quando ti ritrovi a guardare le vecchie fotografie e i ricordi ti travolgono come uno schiaffo in faccia non è una debolezza. Perdere qualcuno a cui tenevi non è una debolezza.

C’è una gran forza nell’onorare come ci sentiamo.
Non credo che abbia dato abbastanza credito a quanto sia difficile ammettere quelle cose. Tutti sono troppo concentrati ad essere ferocemente indipendenti, e ad indossare un viso coraggioso e arrancare. Sì, tutte queste cose hanno uno scopo e un’importanza, ma non rappresentano più forza. Sono semplicemente diverse. E onestamente, sono solitamente meccanismi di difesa. Stiamo tutti cercando di andare avanti e di farcela. Stiamo tutti cercando di sopravvivere nel modo in cui riusciamo.
Se ti manca qualcuno, vuol dire che è significato qualcosa per te. Significa che eri connessa ad un’altro essere umano. Non è forse questo che riguarda? La connessione? Permettere a noi stessi di essere aperti e di sentire profondamente ogni cosa?

Non posso dirti quanto durerà questa sensazione. Potrebbe venire in ondate. Potrebbe colpirti anche anni dopo, quando non te lo aspetti. Questa non è una brutta cosa. È un promemoria che vuol dire che tenevi molto a qualcuno. È un promemoria che ti aiuta a ricordare che sei ancora capace di amare.