Sovrappeso mentale: pensare troppo fa male.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Carina könig
© Carina könig

Se avete la percezione che il vostro corpo sia sempre stanco,rigido o dolente, probabilmente avete problemi di sovrappeso. Non il sovrappeso di cui sentiamo spesso parlare, ma un sovrappeso mentale ovvero un eccesso di pensieri negativi e improduttivi. Nel corso della giornata, svolgiamo molte attività mentali come immaginare,riflettere,comprendere,creare,calcolare, prendere decisioni, in poche parole passiamo la vita a pensare.

Non sempre tutti i pensieri sono utili o validi, a volte pensiamo troppo e senza alcun motivo, ritrovandoci un accumulo di pensieri inutilizzabili. Se elaboriamo idee che non portano a nulla, la nostra mente si stanca, si sente appesantita e non riesce ad attivare altri processi.

I pensieri sono all’unità di base della mente. Pensare è un’azione che fa parte della natura umana, è infatti uno dei processi che ci distinguono dagli altri essere viventi, ma è bene sapere che il nostro pensiero non è sempre cosciente. Immaginiamo un iceberg: la punta è ciò che emerge dalla superficie del mare, è il pensiero cosciente. La parte sommersa,invece, rappresenta il pensiero incosciente.

Secondo il Dottor Micheal Shadlen,ricercatore presso il Mortimer B. Zuckerman Mind Brain Behavior Institute in Columbia (Stati Uniti),“la maggior parte dei pensieri che circolano nel nostro cervello è frutto del subconscio, ovvero che nonostante il nostro cervello stia lavorando, non ne siamo coscienti.” Di conseguenza,la qualità dei nostri pensieri determina l’andamento della nostra vita quotidiana. Il nostro sviluppo dipende dall’ idee coscienti e incoscienti che s’incrociano nella nostra mente.

I pensieri spazzatura fanno ingrassare la mente. I pensieri spazzatura ricorrenti ci stancano perché sono negativi senza alcun beneficio. Sono pensieri vuoti e tossici che vengono elaborati nella nostra mente cosciente. Il sovrappeso mentale è solamente il frutto di un’elaborazione intenzionale.  Sono pensieri superficiali e inutili, che rubano le energie rallentando il processo di elaborazione cosciente senza apportarci vantaggi cognitivi. Ci impediscono di essere creativi,comprensivi o apprendere nuove abilità. Ci bloccano e immobilizzano le nostre qualità. Dunque, in caso di sovrappeso mentale, i nostri pensieri agiscono come il cibo spazzatura, portando conseguenze fisiche simili a quelle dell’obesità tra cui stanchezza fisica, camminare con difficoltà,sudorazione aumentata,problemi di acne…

Cause del sovrappeso mentale Esistono molte tipologie di pensieri tossici per la mente, tra i più ricorrenti troviamo:

La critica: critichiamo noi stessi in maniera subconscia parlando degli altri. Svalutiamo la nostra autostima proiettando negli altri tutte le nostre impotenze.

La compassione: il vittimismo è un ostacolo per la mente, il quale impedisce di proseguire. Il cambiamento impone l’uscita da questa commiserazione verso se stessi reagendo per non rimurginare pensieri negativi.

Le supposizioni: le previsioni,congetture o ipotesi non fanno altro che logorarci e creare danni per poi finire nel sovrappeso mentale. Come si può sapere ciò che gli altri pensano di noi se nemmeno noi lo sappiamo?

Le ipotesi e ripensamenti: “se avessi fatto…” ,”se avessi detto…” sono pensieri che ormai fanno parte del passato di cui non ha senso tormentarsi.

 

Come snellire la mente? Per evitare che i pensieri prendano il controllo su noi stessi dobbiamo imparare a controllarli. Un primo passo può avvenire seguendo questi consigli efficaci:

Far riposare la mente: la meditazione è un fantastico esercizio per attirare solo idee positive. Altre pratiche artistiche come la pittura aiutano a scaricare la tensione e a sostituire i pensieri spazzatura con altri pensieri più produttivi. La lettura, il cinema, le conferenze sono ottimi modi per far riposare la mente.

Eliminare le tossine sociali: dobbiamo farci un’idea chiara dei rapporti sociali che ci danneggiano. Ad esempio , se ci circondiamo di persone pettegole e dalla critica negativa facile,alla fine ci comportiamo come loro. Dobbiamo creare noi stessi un ambiente positivo con persone che trasmettano sereno,forza ed energia positiva.

Far tacere i pensieri: mettere un freno ai pensieri tossici ricorrenti. Dobbiamo concentraci intensamente su queste idee negative e subito eliminarle svuotando la mente.

Se i pensieri negativi sono flessibili,il loro impatto fisico è minimo ma se essi sono costanti possono compromettere le nostre qualità di vita.

Le persone che soffrono di sovrappeso mentale,allontanano la realtà cercando di colmare il vuoto con la ricchezza personale degli altri.

Sono persone che hanno la necessità di scaricare i loro pensieri obsoleti e liberare tutte le emozioni sgradevoli che causano. Non bisogna lasciarsi contagiare.

Se curiamo la qualità dei nostri pensieri curiamo di conseguenza la qualità della nostra vita.