Tenere duro non è sempre ciò che ci rende forti. La forza sta nel lasciare andare.

🔮 Scarica la nostra App 🔮

Ogni giorno l'oroscopo personalizzato per il tuo segno zodiacale, tanti articoli e curiosità. Disponibile sia per Iphone che per Android.

© Sjana Elise Earp

Tenere duro o lasciare andare? A volte, teniamo gli amici, i fidanzati, i lavori, o le situazioni della vita che non ci fanno bene. Ci diciamo che tenere duro ci rende più forti, che mostra quanto ci teniamo, o quanto siamo devoti. Ma cosa succederebbe se ciò a cui ci stiamo aggrappando in realtà ci fa cadere a pezzi? E se non fosse sano per noi o non meritasse il nostro impegno?

Tenere duro non è sempre ciò che ci rende forti. La forza sta nel lasciare andare. Avere il coraggio di lasciare un partner o un lavoro o una situazione che non ti sta dando alcuna positività è il coraggio. Entrare nell’ignoto piuttosto che stare in un contesto che almeno è familiare, vuol dire fare un passo verso un percorso che ti aiuterà a crescere come individuo.

Perché decidiamo di tenere duro? Gli umani hanno paura del cambiamento. Abbiamo paura di essere vulnerabili. Abbiamo paura di non sapere quello che c’è dopo. Quindi decidiamo di stare, di rimanere e di “tenere duro” alle situazioni che ci fanno sentire male perché non possiamo sopportare l’idea di non sapere quello che ci aspetta. Fai quel salto.

Credi in quella vita che ti farà bene. Almeno riconosci che se quello che stai gestendo in questo momento è terribile, allora è già una ragione più che sufficiente per andarsene, e che c’è una possibilità che qualsiasi cosa ci sia dopo non sarà così male.

Il primo step consiste nel valutare la situazione in cui ti trovi. Ti sta facendo del male? Vieni trattato con amore e gentilezza? Sei felice? Sei in un posto sicuro? È questo quello che vuoi? È questo quello che pensi di meritarti?

Il secondo step è quello di amare te stesso incondizionatamente. L’amor proprio è vitale per la sopravvivenze e la felicità dell’essere umano, perché se non amiamo noi stessi, lasciamo che le altre persone ed eventi ci travolgano, per usarci e succhiarci ogni energia. Può essere fonte di confusione per alcune persone, l’idea di mettere se stesso per primo, l’idea di meritarsi amore e gioia e di essere trattato con rispetto e compassione.

Molte persone sono abituate ad essere trattate come niente da tutta la vita. Sfortunatamente, questo può portare le persone a credere di non essere nulla e quindi a lasciarsi rimanere in situazioni che si fanno sentire terribili, perché non hanno mai creduto di meritare di meglio.

Una volta che inizierai ad amare te stesso, vedrai che la tua vita inizierà a cambiare. Comincerai a dire di no alle cose a cui non credi e che non pensi ti farebbero sentire bene. Comincerai ad essere più gentile con te stesso. Non lascerai che le persone che ti trattino male o che ti buttino giù, che diventino parte della tua vita. Andrai via e sbatterai la porta per tutto ciò che è male per te.

Se hai riconosciuto che la situazione in cui ti trovi non ti rende felice, e che meriti davvero di meglio, allora puoi andartene. Puoi andare. Puoi dire addio ad un persona che una volta consideravi un grande amico ma che non si comporta più da tale. Puoi lasciare il lavoro che ti paga bene ma che ti fa sentire insignificante. Puoi lasciare la relazione che ti fa sentire come se non fossi abbastanza, perché tu sei abbastanza, e troverai l’amore di nuovo se permetti a te stesso di farlo.
Non sei bloccato.
Ciò che non conosci potrebbe spaventarti, ma se il momento presente è già brutto, allora il futuro merita almeno una chance.